Pensées 18-08-2018

Ancora tra le persone più splendide ed intelligenti ch’io abbia conosciuto vedo una grande confusione sull’amore, quando cercano di farmi credere che vogliamo cose diverse. A volte penso che siano solo parole, le parole giuste leggermente contorte per mascherare paure e pregiudizi.
Se una cosa ho imparato negli ultimi anni, è che nessuno può pretendere di sapere quello che voglio, o di cui ho bisogno. Non posso vivere seguendo i consigli degli altri.
Ne ho abbastanza di questi luoghi comuni sulla felicità dentro di sé, sull’amare se stessi più di chiunque altro, sull’inseguire i propri sogni senza farsi condizionare da una relazione. Ma quali sogni? Credete che io abbia sette vite, perché dico di essere una gatta?
Quante esperienze dovrebbe fare una persona prima di riconoscersi finalmente come essere umano? Questo perfezionismo farà estinguere la nostra specie. Se poi credete che sia meglio così, confessatelo: questo schifo di mondo non merita i nostri figli, e allora invecchiamo da soli per il bene del pianeta.
io cresciuta tra le piante e gli animali, parlando col sole e con gli alberi, offrendo promesse a madre natura, ho iniziato la mia vita con il senso del dovere di rispettare il mio corpo, perché esso non apparteneva solo a me, ma apparteneva alle persone con cui avrei vissuto e che avrei generato. il miglior modo per stare in salute è credere nell’amore.
“Bisogna avere un obiettivo comune”, dice qualcuno.
“A ciascuno la sua orbita”, dice qualcun’altro.
“Bisogna scegliersi subito.”
“Ci vuole tempo.”
A me sembrano insensati tentativi di soffocare con leggi umane una bellezza sovrumana. La bellezza del darsi, dedicarsi, affidarsi ciecamente all’unico potere che abbia il diritto di guidare la propria vita.
E’ una forza che mette da parte l’orgoglio, che sconfigge l’egocentrismo e l’autocommiserazione, perché valutare se stessi non ha più nessuna importanza. Perché chi ti sta accanto non ti giudicherà mai, ma troverà piacere e felicità in tutte le tue mancanze, come nelle tue qualità. Perché lo scopo non sarà mai dimostrare quello che c’è, ma costruire cose nuove. Cambiare insieme.
Perché accoppiarsi non vuol dire combaciare come due pezzi di puzzle… vuol dire modellarsi, scoprirsi, lentamente nel tempo, senza fretta, perché c’è il resto della vita davanti.
Gli amanti delusi sono quelli sicuri della propria forma, quelli che si attaccano subito e prendono fuoco, e si bruciano, ma pretendono di restare sempre uguali a se stessi, di non perdere la propria libertà.
Che nessuno mi chieda più quello che voglio, perché chi sa già quello che vuole, probabilmente, non è capace d’amare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...