Pensées 15-12-12

Penso alla mia coinquilina e mi sembra di vedere in lei una ragazza che avrei potuto (e forse voluto) diventare io. Se solo fossi stata più spigliata, più disordinata, più coraggiosa, più giovanile… e se, naturalmente, mi fossi iscritta in Lingue. Una specie di alter-ego, nata incredibilmente il mio stesso giorno, due anni dopo.
Ma bisogna farle le scelte, giorno per giorno, minuto per minuto… e sono quelle che ci costruiscono e ci cambiano la vita. Così, spontaneamente, a volte casualmente. Gli attimi passano, le persone si incontrano, i pensieri frullano il cuore con la mente… e ad ogni istante siamo persone diverse; o vorremmo esserlo.
La vita è un succedersi di scoppi di entusiasmo, di suspense e di delusioni… per poi ricominciare a sognare. Ma forse è bella anche per questo…
Come dice il caro Guccini: l’inverno è triste, ma ti invoglia a scrivere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...