Essere un “colibrì”

 

“Da qualche anno, un’ondata attraversa la società senza che essa se ne renda conto. Migliaia di persone, ai quattro angoli del mondo, si mettono a pensare, ad agire, a creare, a scambiare; in breve, a vivere diversamente. Essi aspirano a realizzarsi piuttosto che a fare carriera, si preoccupano degli altri, della natura, cercano di risolvere i problemi personali per migliorare la società, sono non-violenti, pensano il mondo come un tutto e non più come un puzzle frammentato, amano le culture e gli scambi, vogliono prendere il tempo di vivere e non sono più disposti a sacrificare la loro famiglia e la loro salute […].

In alcuni luoghi, questi colibrì si riuniscono e sviluppano dei tesori d’ingegnosità, inventano dei nuovi modi di vivere insieme, di comunicare gli uni con gli altri, di nutrirsi, di costruire o di trasformare dei villaggi o delle città, di produrre energia senza esaurire le risorse, di scambiare e fare commercio senza sfruttare nessuno, senza compromettere l’integrità, la libertà o la dignità di altre persone […].

Questi colibrì sono dappertutto, disseminati in una società che non sentono più in grado di portare l’umanità al XXI secolo. Sono numerosi, così numerosi che potrebbero senza dubbio pesare sulla trasformazione del mondo, se prendessero coscienza del loro numero e del loro potere.
Guardati bene attorno. Forse conosci persone che si riconoscono in parte di questa descrizione.
Forse anche tu sei uno di loro.”


Il Movimento per la Terra e per l’Uomo, detto anche “Colibris“, deve la sua nascita a Pierre Rabhi, di cui avevo parlato qualche articolo fa: https://eliphyis.wordpress.com/2011/12/04/pierre-rabhi-tra-gli-eroi-della-decrescita-felice/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...