Cit. “L’ultimo anno”, di Gianluca Ricciato

“Gli anni Novanta non avevano più il problema del rapporto tra politico e privato, perché tanto di privato c’erano solo le nevrosi e di politico c’era rimasto solo il teatrino, i buffoni di corte e di palazzo. Poi il problema ritorna, la storia invece non finisce e il rapporto tra pubblico e privato ritorna non solo come uno dei problemi, ma come la matrice di tutti i problemi, i rompi­menti di coglioni che ci piombano addosso da quando siamo nati, dalle schifezze che ci fanno mangiare alle stronzate che ci inculca­no e se la politica come la intendevano quelli degli anni Settanta è morta sapete che c’è di nuovo? Continua a leggere

Annunci

Pensées 24-10-17

E’ davvero buffo pensarci, ma le due città universitarie della mia vita corrispondono a due categorie in cui posso suddividere i miei migliori amici: i non fumatori nella prima (Catania) e i fumatori nella seconda (Pisa).
E sono rimasta della prima, nonostante tutto. Nonostante la seconda sembrasse più interessante… Certo, è affascinante farsi del male e confondere la realtà. Ma per fortuna (o purtroppo) ho ancora un’idea molto estrema del concetto di anarchia e di libertà: la non-dipendenza da qualsiasi cosa che non sia amore.

Pensées 22-10-17

Credo che oscillerò tutta la vita tra l’orgoglio/vergogna per la chiara sintesi scientifica e l’invidia/repulsione per i fascinosi contorti fiumi di parole.
Si dice che fisici e filosofi vanno d’accordo, ma comincio a pensare che non appartengo a nessuna delle due categorie. Dovevo trovare un equilibrio tra gli opposti…
Sarebbe stata forse l’arte a salvarmi, la rivincita dei segni sulla parola.
O le lingue straniere… la parola indagata, decifrata, smascherata.

Pensées 19-10-17

Le parole senza i fatti sono mattoni senza cemento: anche i muri più belli crollano presto.
Ma come? – direte voi – tu cresciuta laggiù tra i muretti a secco, così belli e così forti…
Appunto, erano solo parole.

Cit. “il metodo France Guillain”

Nel libro sul suo metodo “per una vita sana e armoniosa”, France Guillain spiega principali ingredienti per una buona salute (quella che io chiamo “salute naturale”, per chi vuole capire…), che in fondo consiste nel seguire il più possibile il proprio ISTINTO. Infatti sono tutte cose che gli animali fanno spontaneamente!

In sintesi, si tratta di fare in modo che nel nostro corpo siano presenti solo grassi fluidi, e che essi circolino continuamente.

Per garantirlo, a parte sole e attività fisica, i segreti sarebbero questi tre:

1. frutta e verdura e semi oleosi
2. evitare la cottura e mangiare lentamente: meglio cibi crudi
3. mantenere la freschezza perineale… in parole povere vivere nudi! (o semplicemente non portare le mutande e indossare abiti larghi).

Qui di seguito riporto alcuni pezzi che ritengo significativi o che hanno destato la mia curiosità: Continua a leggere

Pensées 14-10-17

Resta da capire se il vero meridionale è chi si fida tanto o chi si fida poco… eppure è semplice: il Sud è la folle coesistenza di entrambi.
E chi ritorna, così puro e trasparente, viene messo a scuola di diffidenza dai veterani di guerra… una guerra tra i laici e i bigotti, tra i furbi e gli onesti, tra gli ingenui e gli impiccioni.
Può solo credere con forza in una nuova generazione di disertori…
credere nella cultura, nella multicultura…
nella saggezza della Natura.

Pensées 11-10-17

Ti auguro buona fortuna
amore mio
che non sei mio,
ma sono tua,
finché non la smetti
di fare i dispetti.
Disarmante, lo sai,
è la tua dolcezza.
Ti dò una carezza
qui da lontano,
ti prendo la mano
e penso Ti amo.
Ma tu non capisci,
se non la finisci
non credo più a niente
che dica la mente.
Adesso ti dico
mi raccomando:
vai fino in fondo…
tu che illumini il mondo.